image

Applicazioni

Il Reiss Profile nella pratica

Come aumentare la performance

L’analisi Reiss Profile trova utile applicazione in qualsiasi campo professionale in cui si desideri incrementare la capacità di rendimento.

Una convinzione diffusa a riguardo è che, per conseguire una performance, si debbano motivare le persone soltanto dall’esterno. E’ tuttavia possibile influenzare positivamente il sistema di incentivi (motivazione) di un individuo soltanto se questo è noto. L’ignoranza del sistema degli incentivi dell’individuo può produrre uno stimolo demotivante e quindi probabilmente una completa inefficacia della motivazione.

Ne consegue: coloro che riconoscono i propri incentivi e li usano, riescono a sprigionare completamente la propria capacità di rendimento e quindi a produrre performance in maniera durevole. Questa ipotesi fondamentale rappresenta il presupposto per l’impiego professionale del Reiss Profile in numerosi settori quali:

  • la gestione delle risorse umane (Human Resources Management)
  • la direzione aziendale e del personale
  • il coaching, la consulenza ed il training
  • il life-balance
  • lo sport professionistico

Il Reiss Profile trova inoltre applicazione nella consulenza psicologica, nella vendita, nel marketing e nella comunicazione. Ulteriori possibilità d’impiego sono tuttora all’esame.

La stabilità delle decisioni

Poichè gli aspetti della personalità individuati da Steven Reiss sono praticamente immodificabili, i profili della personalità consentono di adottare decisioni di lungo termine caratterizzate da un alto grado di affidabilità, ad es.:

  • decisioni relative al personale
  • l’individuazione e la crescita di personalità adatte al comando
  • comunicazione autentica ed efficace
  • composizione di team a progetto, in grado di aumentarne il rendimento
  • l’interpretazione qualificata dei processi sociali nei team
  • la preparazione mentale ad una specifica performance
  • interventi in tutti i più importanti settori del marketing, come ad es. nel posizionamento dei marchi, nell’analisi della concorrenza e del potenziale, nella comunicazione di mercato e nei programmi di fidelizzazione della clientela.

L’ autopercezione e la percezione altrui: due fattori chiave

Le strutture individuali degli incentivi e dei valori di una persona hanno un fortissimo impatto sullo stare insieme. Possono, ad es., far nascere una fiducia spontanea oppure portare ad incomprensioni e conflitti. Tali fenomeni derivano sostanzialmente dalla differenza tra la percezione di sé e quella degli altri.

  • Autopercezione – riconoscere il „sé inconscio“. Il profilo della personalità ideato da Steven Reiss mostra con quale intensità i 16 desideri primari sono presenti in ogni singolo individuo, ciò che lo stimola e ciò che è per lui importante nella vita.
  • Percezione altrui – Di solito le persone vedono se stesse e gli altri soltanto attraverso gli occhiali delle proprie motivazioni (selfhugging). Il profilo della personalità di Steven Reiss dimostra quanto ogni persona sia diversa da ogni altra.

L’autopercezione riflessa e la percezione altrui sono fattori chiave di ogni collaborazione riuscita. Favoriscono l’autoaccettazione e la tolleranza reciproca, il che si riflette positivamente sul rendimento.

Il profilo individuale della personalità può essere ricavato in maniera rapida e semplice compilando online il questionario Reiss Profile.

Il Suo interlocutore

Lisa Hillebrand
Tel:+39 0471 301896
Fax:+39 0471 973837
E-Mail:l.hillebrand@businesspool.it